Informativa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy, inclusa la personalizzazione e l'analisi di annunci pubblicitari e contenuti. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questo banner, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

fiber_manual_recordLive

Login

Facebook Instagram Telegram Twitter Twitch Discord YouTube Patreon
squad - orizzonte

Squad: la recensione dell'fps tattico simulativo del momento

Squad: la recensione dell'fps tattico simulativo del momento

Pubblicato il 06 ottobre 2020

A cura di
Editing testo Simona Bardaro

Iniziamo subito col dire che chi ha letto il nostro provato, scritto nel mese di giugno, non troverà differenze sostanziali, dato che il gioco era in una versione non molto dissimile alla 1.0, ovvero quella che stiamo recensendo.


La Offworld Industries non poteva scegliere un nome più azzeccato per il suo gioco: “Squad” infatti lo rappresenta pienamente e, più avanti, capirete il perché.

Il titolo è un’esclusiva PC ed è concentrato sulla battaglia e comunicazione su larga scala in server da 100 giocatori, suddivisi in 50 contro 50. Coloro che si aspettano un FPS dove poter entrare e giocare in solitaria, sparando all’impazzata per macinare kill, si ritroverà sicuramente fuori posto. 

squad

LE ORIGINI

Ma andiamo con ordine ripescando una mod di Battlefield 2, denominata Project Reality, che rendeva il gioco più tattico del solito. Parte degli sviluppatori di tale mod si è distaccata, dedicandosi allo sviluppo di un titolo standalone basato sull’Unreal Engine 4. Il progetto è stato abbracciato da più persone, arrivando a formare un team di 60/70 persone che hanno portato alla creazione di Squad. Alla base del progetto, vi è la creazione di un vero e proprio framework, che permette la condivisione di funzionalità e caratteristiche su diversi titoli della casa di sviluppo, da cui appunto nascono anche Post Scriptum, ambientato nella seconda guerra mondiale, e Beyond the Wire, nella prima. Inoltre, data la provenienza da un team di modder, Squad supporta in pieno il modding per poterne estendere le caratteristiche.

L’idea che è stata portata avanti è la realizzazione di uno sparatutto tattico militare che fa del gioco di squadra il suo cardine e che integra un buon livello di simulazione, ma con un occhio di riguardo al gameplay. Grazie anche al lungo periodo di Early Access e ai feedback ricevuti dagli utenti, gli sviluppatori sono riusciti nel loro intento rilasciando questa versione 1.0, con un grosso piano di supporto e aggiornamenti. 

Il LEADER È FONDAMENTALE
  • Squad - scelta server
  • Squad - scelta fazione
  • Squad - scelta ruolo

L’interfaccia di gioco, sin dal menù principale, potrebbe non risultare immediata per tutti, sia per via dell'assenza della nostra lingua che per la mancanza di un tasto diretto per avviare una partita. Il menù principale permette di avere un training con una durata stimata di 20 minuti, le opzioni di gioco e le voci Server Browser e Custom Browser. La differenza tra i due è che la prima presenta server con licenza ufficiale e la seconda riguarda dei server personalizzati. 

Se giocate in compagnia di amici, non potete scegliere di entrare insieme nello stesso server facendo squadra nella lobby, ma dovrete selezionarne uno individualmente. Una volta dentro vi verrà chiesto di scegliere la fazione della quale fare parte, con una descrizione in evidenza che vi spiega la modalità della partita, e nella schermata successiva si sceglierà la squadra, la classe e il punto di spawn.

Finalmente siamo in partita e si cominciano a sentire voci di utenti, ma non come nei classici giochi, sembra siano ordini militari diretti che ci indicano delle coordinate dove recarci. Intorno a noi si sentono esplosioni, colpi di mitragliatrici, che fanno fuoco di soppressioni, ed elicotteri che sorvolano la zona. Effettivamente sembra di stare in guerra: ecco che l’immersività e l'adrenalina salgono alle stelle. Per farvi capire meglio: ci siamo ritrovati in un’altra partita dove, in seguito allo spawn, non si sente nulla, nessuna voce, nessuno sparo, il silenzio assoluto. Ci ritroviamo a camminare dispersi per km e km senza capire cosa fare, finché non ci ritroviamo morti senza sapere da dove ci hanno sparato. Eppure è lo stesso gioco: dunque cos'è cambiato? La squadra! Per essere ancora più diretti: lo Squad Leader!

Lui è la figura fondamentale che determinerà non solo la possibile vittoria e sconfitta, ma anche se la partita sarà frustrante oppure no. Lo Squad Leader ha bisogno dei suoi soldati di squadra per eseguire azioni in gioco, come le creazioni di uno spawn avanzato chiamato Rally Point, la costruzione di fortificazioni, le chiamate radio, la distruzione e la mobilitazioni di mezzi corazzati. Come potete capire, per ogni cosa c’è bisogno di cooperazione, da soli non si fa nulla. Gli Squad Leader della stessa fazione parlano tra loro tramite il ben progettato sistema di comunicazione del gioco. Possono scegliere, tramite le apposite combinazioni di tasti, se parlare con la propria squadra, con i giocatori vicini, con un determinato Squad Leader o direttamente con il comandante fazione. Loro decideranno una strategia e, se ci sarà coesione e comunicazione, la partita risulterà divertente, altrimenti ci sarà bene poco da fare. Ovviamente è strettamente necessario l’ausilio di cuffie e microfono per godervi al meglio l’esperienza, altrimenti sarete impossibilitati e, in alcuni server, potreste anche essere kickati per tale mancanza.

Squad - postazione mitragliere

Le modalità di gioco giocabili sono le stesse di cui abbiamo parlato nella nostra prova e tra le più giocate ci sono sicuramente la AAS e la RAAS, che si basano su un avanzamento di conquista obiettivi lineare nel primo caso, randomico nel secondo. In entrambi i casi vince chi porta a 0 il numero di ticket avversari, ticket che si perdono con il respawn o, maggiormente, con distruzioni di mezzi e radio. Tramite la conquista delle bandiere è possibile recuperare una parte di ticket sottraendoli alla fazione avversaria. Ci sono anche altre modalità come il Territory Control, Invasion, Insurgency e una nuova introdotta con la versione 1.0, la Track Attack. Questa modalità è per 8 giocatori, 4 vs 4 in una mappa ristretta, utile per tornei veloci.squad screen

UNREAL ENGINE È SEMPRE UNA GARANZIA

Dal punto di vista tecnico Squad non ha nulla da invidiare a titoli più conosciuti come Battlefield o Call of Duty. Il comparto grafico risulta ben curato, con texture perfette, ambienti di tipologia diversa che offrono giochi di luci tra gli alberi o le finestre degli edifici. Il meglio viene offerto durante le esplosioni, a dir poco strabilianti, con colonne di fumo che si innalzano da terra e detriti che volano. Non è solo l’aspetto grafico a offrire il massimo, ma anche il comparto audio che riproduce fedelmente i suoni delle armi da fuoco e dei mezzi. Nel mezzo di grossi bombardamenti vi sembrerà, letteralmente, Capodanno. Anche la radio cambierà effetto audio in base all’ambiente in cui vi trovate.

 

  • squad - mortaio
  • Squad - bombardamento
  • Squad - fumogeneo

La cura che gli sviluppatori hanno dedicato si vede anche nelle animazioni molto dettagliate. La ricarica presenta un’animazione differente per ogni tipologia di arma ed è fedelissima alla controparte reale. Grazie a tale cura, guardare i vostri compagni muoversi e fare azioni risulterà ancora più appagante. In termini di frame, settando il gioco al massimo dei settaggi, non occorrerà un hardware super potente per farlo girare bene. I 60fps si reggono tranquillamente, ma oltre potreste avere qualche calo di tanto in tanto, anche se potrebbe dipendere più dal server. Di fatto, non consigliamo di andare oltre i 60, anche perchè non è necessario dato lo stile di gioco. Si è verificato anche qualche piccolo glitch durante le partite, come mezzo bloccato tra le texture di un albero o menù di respawn glitchato con la mappa, ma, sostanzialmente, sono “bug” non frequenti e risultano anche divertenti, senza causare problemi. 

 

La Offworld Industries promette di supportare per bene il gioco con continui aggiornamenti e, osservando la roadmap, vi garantiamo che è così. Solo entro dicembre ci saranno almeno due grandi update che andranno ad impreziosire il gameplay, ad aggiungere nuove fazioni, veicoli, armi e, finalmente, anche la localizzazione in lingua italiana. Per cui, se il vostro dubbio potrebbe essere quello di un gioco non supportato, andate tranquilli: di certo non è così! Quello che però manca è un sistema di progressione che per ora non sono intenzionati a inserire. I punti accumulati al termine dello scontro non vi permetteranno di progredire, di prendere gradi o di sbloccare nuove armi. Avete, semplicemente, combattuto per la patria. Anche armi e personaggio non sono personalizzabili, ma sono predefiniti per ogni fazione. Su questo aspetto potevano fare qualcosina in più, ad esempio aggiungendo una personalizzazione in partita dell’arma, permettendo di scegliere se inserire un silenziatore, un laser tattico o un accessorio sottocanna. Comunque: mai dire mai! Durante il prossimo anno chissà quali succose novità ha in serbo per il gioco il team di sviluppo. Non vi resta quindi che continuare a seguire il gioco e il nostro sito per restare aggiornati.

Squad
Conclusioni
( Clicca su uno dei voti di settore per leggerne la motivazione )
  • gamepad Gameplay 8.0
  • Multiplayer 8.0
  • Grafica 7.5
  • Comparto Audio 9.0

Gameplay

La simulazione è presente e non è troppo opprimente: insomma non rende difficile il gioco. Il tutorial iniziale è molto utile per cominciare a capire le basi, per esercitarsi con la balistica delle armi o sulla guidabilità dei vari mezzi. Inoltre è presente anche un tutorial dedicato al volo degli elicotteri. Purtroppo la mancanza di un sistema di progressione e della personalizzazione si fa sentire e può far storcere il naso ad alcuni giocatori, ma bisogna considerare il tipo di utenza alla quale si punta. Una cosa che crea abbastanza disagio, anche se è una caratteristica del gioco, è morire senza vedere il nemico e capire come sia accaduto. È un gameplay fatto bene, ma molto mirato a chi cerca una determinata esperienza di gioco che punta a un ritmo lento, alla tattica, alla cooperazione e alla simulazione.

Multiplayer

La cooperativa è alla base del gioco: o giocate con i compagni o dovrete giocare con altri utenti che troverete nei server. Di questi ultimi ce ne sono in abbondanza, tuttavia la tipologia di utenza dipenderà dall’orario e dai giorni in cui giocherete. Nelle nostre prove abbiamo sperimentato diverse fasce orarie e siamo sempre riusciti a entrare in una partita piena. Anzi, svariate volte abbiamo dovuto anche attendere. Molto apprezzata la possibilità di organizzarsi un server personalizzato, soprattutto grazie alla nuova modalità 4 vs 4, per giocare in maniera ristretta con i propri amici. Purtroppo, non è possibile formare una lobby pre partita per entrare direttamente in un server con i proprio compagni, ma ognuno dovrà farlo singolarmente.

Grafica

L’Unreal Engine 4 è stato implementato davvero bene. Le mappe per i server da 100 utenti sono molto grandi e molto ben caratterizzate con edifici, vegetazione, montagne e fiumi d’acqua. Nonostante qualche texture non ancora all’altezza degli standard attuali, l’impatto scenico vi farà sentire sicuramente in battaglia e il momento dei bombardamenti risulterà addirittura epico. Squad non ha nulla da invidiare alle controparti tripla A come Battlefield o Call of Duty.

Comparto Audio

Sono assenti le colonne sonore, se escludiamo la musica di sottofondo nel menù principale. Tuttavia la fedeltà di riproduzione delle varie armi da fuoco risulta molto realistica. Inoltre, la chicca degli effetti audio, i quali variano la comunicazione vocale in base all’ambiente in cui ci si trova, è sicuramente un punto di forza.

In definitiva, è vero lo abbiamo detto e fatto intendere moltissime volte nella recensione, ma ripetiamolo: se non avete intenzione di cooperare e giocare in squadra evitate assolutamente di acquistare il gioco. Se, invece, cercate un titolo dal ritmo lento e tattico che si avvicini alla realtà ma senza impattare troppo sull’esperienza di gioco, allora Squad va sicuramente acquistato. L’altro requisito di cui dovete tener conto è la conoscenza della lingua inglese, per non essere limitati nell’esperienza e ambientarvi più facilmente.  Essendo un gioco abbastanza di nicchia, la community attuale, e quindi gli utenti in gioco, sono sempre disposti ad aiutarvi nell’apprendere le dinamiche e a collaborare, purché rispettiate le “regole”. Per fortuna, non troverete utenti “tossici” che proveranno a rovinarvi l’esperienza con team kill o altre azioni scorrette.  La Offworld Industries sta facendo un ottimo lavoro con Squad, le prospettive di sviluppo sono delle migliori e, per rendervene conto, vi invitiamo a leggere la nostra notizia in merito.

8.1

Non sei d'accordo con il nostro voto? Dai un'occhiata alla nostra guida alle valutazioni.

Hardware Testato

Ti è piaciuto l'articolo?

Facebook share
Twitter share
WhatsApp share
Telegram share
Reddit share

Potrebbero interessarti

squad screen

Squad: aggiornata la roadmap per seguire i futuri update del gioco

03 ottobre 2020

Da pochi giorni è uscita la versione 1.0 e gli sviluppatori, sul sito ufficiale di joinsquad, hanno riportato informazioni sullo sviluppo del gioco. Nonostante le complicazioni relative alla pandemia,...

comment 0
squad

Squad: finalmente esce la versione 1.0 ed è in sconto su Steam.

24 settembre 2020

  Dopo diversi anni di sviluppo, con svariate versioni di prova, finalmente il gioco tattico militare della Offworld Industries, Squad, è arrivato al fatidico giorno di pubblicazione della versione 1...

comment 0
efootball pes 2021 season update - bayern monaco

eFootball PES 2021: come avere tutte le licenze per squadre e campionati

16 settembre 2020

In questa guida vediamo come inserire le licenze mancanti in eFootball PES 2021 Season Update. Come tutti sappiamo, il gioco calcistico targato Konami non vanta mai un gran numero di licenze, facendo...

comment 0
Gotham knights Batgirl ingame torre dell'orologio

Gotham Knights non è il seguito della serie Arkham, Suicide Squad invece sì

24 agosto 2020

Dopo l’annuncio dello scorso 22 agosto durante il DC Fandom, sono giunte nuove informazioni in merito ad entrambe le nuove produzioni videoludiche ambientate nell’universo dei supereroi e cattivi DC....

comment 0
suicidesquad-killthejusticeleague

Suicide Squad Kill the Justice League: teaser trailer e un nemico inaspettato

23 agosto 2020

  Suicide Squad: Kill the Justice League è stato presentato ieri con un Reveal Trailer al DC FanDome da Rocksteady. In questo capitolo videoludico troviamo come protagonisti la orami tanto amata dal...

comment 0

Commenti

Segnalazione

{{ report.comment.admin.nickname }} {{ report.comment.user.username }} {{report.comment.text}}
0 / 191
{{message}}
Utente non loggato