Informativa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy, inclusa la personalizzazione e l'analisi di annunci pubblicitari e contenuti. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questo banner, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

fiber_manual_recordLive

Login

Facebook Instagram Telegram Twitter Twitch Discord YouTube Patreon
little-nightmares-2-premiere-

Little Nightmares II: Recensione

Little Nightmares II: Recensione

Pubblicato il 16 febbraio 2021

A cura di
Editing testo Simona Bardaro

Little Nightmares II, come nel capitolo precedente, concretizza quelle che possono essere le nostre più profonde paure e ansie. Vestendo i panni di Mono, un piccolo bambino con il volto coperto da un sacchetto di carta, affrontiamo mostri e creature spaventose. Tutto intorno a noi è molto più grande e maestoso di quanto dovrebbe essere e ci fa percepire la stessa sensazione che avvertivamo da bambini: tutto ciò che ci circonda è esagerato, enorme ed inarrivabile. 

Little Nightmares II maestra

Affrontando i vari stage verremo catapultati in varie situazioni, in cui il nostro piccolo amico dovrà affrontare mostri dalle sembianze umane che cercano di catturarlo e ucciderlo nella maniera più crudele possibile. Fortunatamente Mono non sarà completamente solo e affronterà questo lungo e tenebroso viaggio in compagnia di Six, la protagonista del primo capitolo riconoscibile per il suo trench giallo. Anche se viene inserita Six e i due bambini collaborano tra di loro in numerose occasioni, il gioco resta comunque un single player.  

Little_Nightmares II Mono e Six

Il videogiocatore avvertirà per tutto il tempo di gioco un senso di fuga frenetica, di ansia e di terrore quasi pressante, che si amplificherà quando incontreremo per la prima volta il cattivo principale: Mono manifesta sin dall’inizio una strana connessione con i televisori e con le onde emesse da quest’ultimi, e sarà proprio da uno di questi che uscirà un uomo alto, magrissimo e pallido, simile a Slenderman che cercherà di catturare lui e Six. 

Little Nightmares II Mono e Tv

Little Nightmares II non delude le nostre aspettative, ritroviamo tutto ciò che ci aveva particolarmente colpito nel primo capitolo, ma migliorato. La grafica rispetto al titolo precedente è più apprezzabile e dettagliata e dà più profondità al design, in modo da ampliare anche la difficoltà degli enigmi. Per quanto riguarda l’illuminazione, quest’ultima gioca un ruolo fondamentale all’interno dello stesso gameplay, le zone alternate di luce ed ombra aiutano ad enfatizzare le sensazioni di ansia e terrore che pervadono tutto il gioco. Anche l’audio gioca un ruolo fondamentale poiché favorisce una totale immersione del giocatore nel contesto che Mono sta vivendo e, in alcune occasioni, sarà fondamentale per la risoluzione di enigmi. Tutta la componente musicale presente nel gioco è impeccabile e va a completare la storia che stiamo vivendo attraverso le immagini. 

LittleNightmares II torre

Il gameplay è apprezzabile, ma risulta ancora macchinoso in azioni più complesse. Ad esempio, durante gli inseguimenti l’azione deve essere eseguita in maniera impeccabile per non fallire, ritroviamo la stessa difficoltà di esecuzione in alcuni enigmi dove dobbiamo interagire con più oggetti contemporaneamente, come ad esempio nei momenti di combattimento. Nonostante ciò, l’aumento di difficoltà generale rende il gioco più piacevole da completare. Anche se la storia può essere completata nel giro di sei ore, la possibilità di raccogliere collezionabili rende il gioco assolutamente rigiocabile. Raccogliendo tutti i cappellini di Mono e recuperando tutte le ombre dei bimbi glitch, sarà infatti possibile accedere ad un finale segreto completamente diverso. 

Little Nightmares2 bimbi glitch

Little Nightmares II
Conclusioni
( Clicca su uno dei voti di settore per leggerne la motivazione )
  • gamepad Gameplay 8.0
  • Comparto Audio 10
  • Storia/Narrazione 8.0
  • Grafica 8.0

Gameplay

Il gameplay è apprezzabile, ma le azioni devono essere eseguite in maniera molto precisa, risulta essere leggermente macchinoso e impreciso quando dobbiamo eseguire azioni fondamentali nel gioco: come correre e arrampicarsi velocemente ad una sporgenza, prendere oggetti ed utilizzarli nel minor tempo possibile. Anche se ci sono leggere note negative, quest'ultime non influenzano in maniera significativa il gioco, che risulta essere comunque piacevole e scorrevole.

Comparto Audio

L'audio è estremamente piacevole, favorisce una totale immersione nel gioco, rendendolo suggestivo e accattivante. Grazie alla musica, e ai suoni abbiamo anche la possibilità di risolvere alcuni enigmi che diventano così più stimolanti per il giocatore.

Storia/Narrazione

Little Nightmares II non ci delude, proprio perché, come nel primo capitolo, ci ritroviamo catapultati in un atmosfera lugubre, ma allo stesso tempo super accattivante, tutto ciò è determinato da una narrazione che non delude mai, che ci coglie continuamente di sorpresa, che stupisce i giocatori portandoli a riflettere sulle proprie paure, su quelle più recondite e nascoste.

Grafica

La grafica rispetto al titolo precedente è più apprezzabile e dettagliata, ciò permette di avvertire maggiore profondità degli scenari, che ci accompagnano per le varie sezioni del gioco. La luminosità in questo capitolo rende il tutto più realistico e le zone alternate di luce ed ombra aiutano ad enfatizzare le sensazioni di ansia e terrore che pervadono tutto il gioco.

Grazie a Little Nightmares abbiamo scoperto un mondo dove le paure, le ansie e le preoccupazioni possono essere affrontate. Con il secondo capitolo abbiamo scoperto che nulla è come sembra, che tutto può cambiare e mutare. Durante tutto il gioco ci chiediamo se quello che stiamo facendo sia giusto o sbagliato, se il nostro agire sia dettato dal bene o dal male. Ci ritroveremo a superare numerosi ostacoli, a sconfiggere mostri umanoidi come insegnanti, pazienti di ospedali e numerose altre creature che accomunano le paure di tutti noi, soprattutto quelle paure che da bambini non rendevano i nostri sogni tranquilli, che ci spingevano a controllare sotto il letto per vedere se qualcosa di mostruoso si potesse celare sotto di esso. Il percorso di Mono, diventa man mano anche la nostra avventura, catapultandoci in un mondo pieno di ansie e paure. Little Nightmares II va assolutamente giocato, per non perdersi un'esperienza unica nel suo genere.

8.5

Non sei d'accordo con il nostro voto? Dai un'occhiata alla nostra guida alle valutazioni.

Ti è piaciuto l'articolo?

Facebook share
Twitter share
WhatsApp share
Telegram share
Reddit share

Commenti

Segnalazione

{{ report.comment.admin.nickname }} {{ report.comment.user.username }} {{report.comment.text}}
0 / 191
{{message}}
Utente non loggato