Informativa

Questo sito o gli strumenti di terze parti in esso integrati fanno uso di cookie necessari per il funzionamento e per il raggiungimento delle finalità descritte nella cookie policy, inclusa la personalizzazione e l'analisi di annunci pubblicitari e contenuti. Per saperne di più o per revocare il consenso relativamente a uno o tutti i cookie, fai riferimento alla cookie policy. Dichiari di accettare l’utilizzo di cookie chiudendo o nascondendo questo banner, proseguendo la navigazione di questa pagina, cliccando un link o un pulsante o continuando a navigare in altro modo.

fiber_manual_recordLive

Login

Facebook Instagram Telegram Twitter Twitch Discord YouTube Patreon
GTFO terminali screenshot cinematiche

Guida - Come usare i Terminali in GTFO: ecco le basi da memorizzare

Guida - Come usare i Terminali in GTFO: ecco le basi da memorizzare

Pubblicato il 11 novembre 2020

A cura di
Editing testo Simona Bardaro

(video-guida presto in arrivo)

 

GTFO è stata una grandissima sorpresa per il nostro team di tester. E’ stato uno di quei giochi che è uscito in sordina, uno di quelli che merita più attenzione di quanta il pubblico ne sia riuscita a dare, ma sembra che chi lo ha provato, almeno fino ad oggi, sia rimasto contento del prodotto e del supporto che il piccolo, piccolissimo team di sviluppo gli sta dedicando. Quando Get The Fuck Out, questo il titolo per esteso, è stato presentato ai The Games Award dello scorso 2017 ci siamo interessati, incuriositi. Ma con il tempo la pubblicità che il titolo si è fatto si è dimostrata largamente insufficiente per attirare le attenzioni dei molti. Ma la cosa bella è che questo gioco ha molto di più di quanto ha mostrato nell’annuncio, e noi di gametales.it, con questa guida a fare da aprifila, ci vogliamo dedicare a colmare le enormi lacune che la community italiana ha in termine di quantitèà di contenuto. Oggi partiremo proprio da uno degli aspetti più importanti, se non più interessanti di questa produzione. I terminali.


I terminali ricoprono diversi ruoli in ogni missione. Se all’inizio sono essenzialmente trascurabili e utili soltanto per velocizzare la ricerca di alcuni oggetti, man mano che scendiamo di Roundown (i piani della mappa di gioco) diventano praticamente la meccanica principale per sopravvivere alla discesa e arrivare sani e salvi all’uscita. L’interfaccia dei terminali è in stile DOS, con la tipica interfaccia nero su bianco che fa tanto informatico anni 2000. Quello che fanno questi terminali è aiutare il giocatore nella ricerca di risorse e obiettivi. Avere nel team qualcuno che abbia una buona padronanza di questi strumenti farà la differenza e renderà la ricerca più mirata.


I comandi generali che con i quali interagire sono principalmente tre, ma utilizzarli singolarmente non porterà un così grande vantaggio. Ma andiamo per gradi. LIST, QUERY e PING sono i più importanti. Se invece digitate COMMANDS otterrete una lista completa di comandi inseribili, assieme anche ad una brevissima ma insufficiente spiegazione che lascerà la maggior parte dei giocatori a mani vuote. 

//LIST

Il comando LIST, se digitato, caricherà una lista completa di risorse disponibili per tutta l’estensione della mappa della missione. Il comando, se preso in considerazione nel suo utilizzo meno complesso, non ci porterà praticamente a nulla. Se utilizzato invece con un minimo di criterio ci aiuterà a filtrare la nostra ricerca in modo interessante. Provate, ad esempio, a digitare LIST MEDIPACK che vi consentirà di ottenere una lista quantitativa di tutti i medipack presenti nella missione. O meglio ancora, rendete il comando più complesso per una ricerca più mirata. Ad esempio, se volessi trovare tutti i medipack presenti nella Zona 32 digiterò il comando LIST MEDIPACK ZONE_32. Ricordatevi che tutti i comandi devono essere inseriti in lingua inglese e che gli spazi devono essere utilizzati solo per separare la digitazione tra un oggetto e l’altro. ZONE_32 è un “oggetto” singolo e si avvale del carattere “_” per indicare gli spazi tra le parole che compongono un singolo oggetto. L’oggetto ZONE_32 indica infatti la zona di riferimento, mentre MEDIPACK indica l’oggetto di ricerca. 

//QUERY

Il comando QUERY deve essere utilizzato solo quando sappiamo esattamente cosa stiamo cercando. E’ impossibile, usando questo comando, ottenere risultati se non siamo molto specifici. QUERY MEDIPACK è inutile, ci darà errore. QUERY MEDIPACK_979 invece funzionerà. Ogni oggetto è infatti seguito da un codice numerico di tre cifre che renderà quell’oggetto anche univoco (unico). Ciò che la ricerca ci consegnerà sarà la posizione, ovvero la zona, in cui quell’oggetto si trova. Se il QUERY viene fatto su un oggetto consumabile il terminale informerà anche sulla quantità residua. In questo modo, se il vostro team non vuole esplorare troppo, capirete se vale la pena o meno raggiungere quel determinato oggetto. Durante la partita si possono incontrare diverse porte sigillate che necessitano di una chiave particolare per essere aperte. Il comando QUERY, in questo caso, si dimostrerà estremamente utile dato che vi dirà esattamente qual’è il nome completo della chiave da trovare per sbloccare la porta. Utile no?

//PING

Il comando PING, infine, è il comando che localizzerà l’oggetto che desideriamo trovare una volta che siamo nei pressi di esso. Mi spiego meglio: per far funzionare il comando PING bisogna necessariamente interagire con il terminale posizionato nella stessa zona dell’oggetto. Se terminale e oggetto sono troppo distanti ci verrà consegnato un messaggio di “time out” e ci verrà detto che l’oggetto, appunto, è troppo lontano per essere pingato. 

Un comando utile potrebbe essere dunque PING MEDIPACK_979. Dopo averlo fatto date un paio di secondi al terminale, senza pero allontanarvi troppo da esso, e sentirete un segnale acustico che guiderà voi o i vostri compagni ad esso. Inoltre comparirà anche un segnalino sull’HUD di tutti i giocatori, ma questo non durerà troppo a lungo. Una strategia ottima potrebbe essere spammare il comando di continuo mentre gli altri membri della squadra non lo raggiungono. 

Ecco un paio di esempi

Ora che abbiamo analizzato tutti i comandi base del terminale di GTFO proviamo a fare un esempio.


Ipotizziamo che io abbia bisogno dell’oggetto “medipack”. Prima di tutti ho bisogno di sapere se ci sono medipack nella zona in cui mi trovo che diciamo sia la Zona 44. Digiterò sul terminale il comando LIST MEDIPACK ZONE_44. A questo commando il terminale risponderà con una breve lista di tutti i medipack che si trovano in questa zona. Diciamo che io prenda in considerazione uno di questi, il numero 979. Digiterò PING MEDIPACK_979 e seguirò il segnale per arrivare ad esso.


Proviamo ora a cambiare oggetto per un esempio differente. Ipotizziamo che io abbia bisogno di collezionare un Hard Drive per completare la missione. Digiterò LIST HDD e mi verrà consegnata la lista completa di Hard Drive nella mappa. Ora ipotizziamo che io scelga di cercare uno di questi in particolare, il numero 756. Digito dunque sul terminale il comando QUERY HDD_756 e il terminale mi dirà in quale zona dirigermi per trovarlo o, se non riuscissi a trovarlo al volo, per pingarlo con il comando PING HDD_756.


Il terminale non serve solamente a questo, e dovrà essere utilizzato in modo diverso in altre missioni. Ma di questo ne parleremo in una guida dedicata. Spero che sia riuscito a spiegarvi in modo efficace l’uso che potete fare dei terminali in GTFO. Come avete visto non bisogna essere degli esperti informatici, ma se doveste avere bisogno di altro aiuto vi invito a lasciare un commento qui sotto o a entrare nel nostro server discord.

 

Ti è piaciuto l'articolo?

Facebook share
Twitter share
WhatsApp share
Telegram share
Reddit share

Commenti

Segnalazione

{{ report.comment.admin.nickname }} {{ report.comment.user.username }} {{report.comment.text}}
0 / 191
{{message}}
Utente non loggato